Il riconoscimento di minerali, rocce e terreni è una pratica molto comune per il professionista geologo. Costituisce infatti la base per qualsiasi tipo di indagine volta alla soluzione di qualsiasi problema di progetto.

Questo riconoscimento avviene sostanzialmente in 3 fasi:

  • riconoscimento macroscopico 
  • analisi e riconoscimento microscopico
  • analisi di laboratorio

Queste 3 fasi ovviamente non sono nè dei compartimenti stagni, ma possono svolgersi in qualsiasi momento dell’indagine conoscitiva, nè sono delle fasi in termini temporali, anche se un’analisi macroscopica è quasi sempre necessaria.


Il riconoscimento macroscopico – Strumenti per l’indagine macroscopica

Per il riconoscimento macroscopico dei minerali e delle rocce, sono necessari i seguenti strumenti:

    • Lente di ingrandimento 10x  – 20 mm
    • Accendino a gas
    • Cucchiaio di acciaio
    • Paletta in acciaio
    • Boccetta infrangibile con acido cloridrico e pipetta
    • Boccetta infrangibile con acqua distillata e pipetta
    • Provetta in vetro
    • Unghia
    • Moneta di rame
    • Punta di calcite
    • Punta di quarzo
    • Temperino
    • Tavoletta bianca di porcellana porosa ruvida
    • Calibro
    • Setaccio
    • Chiave di confronto per i minerali
    • Chiave dicotomica di riconoscimento macroscopico delle rocce
    • Chiave dicotomica per il riconoscimento macroscopico di terreni

La base per il riconoscimento macroscopico delle rocce è il riconoscimento dei minerali da cui sono composte che possiedono specifiche caratteristiche, mentre quello dei terreni dipende dalla roccia madre che lo ha generato e da caratteristiche proprie dei terreni:

 


L’indagine microscopica

La seconda fase del riconoscimento dei minerali avviene attraverso il riconoscimento al microscopio che permette di distinguere fra due specie mineralogiche che possono essere distinte soltanto mediante l’osservazione di alcune caratteristiche ottiche, come
  • Indice di Rifrazione (IR)
  • Rilievo (RIL)
  • Pleocroismo (Pleo)
  • Estinzione (Estin.)
  • Segno ottico (SO)
  • Angolo 2V
  • Birifrangenza

Il riconoscimento microscopico permette inoltre di individuare caratteristiche di struttura  che rivelano informazioni sulla formazione del minerale.

Il riconoscimento dei minerali può avvenire attraverso anche altri strumenti per una più approfondita analisi di struttura e chimica.

Le analisi di laboratorio

*** sezione in costruzione ***

 

 

*** SEZIONE IN COSTRUZIONE ***

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here