LIMITI DI CONSISTENZA  (o LIMITI DI ATTENBERG ) (LL, LP, LR)

LIMITE LIQUIDO LIQUIDO (LL)

Misura di LL con il cucchiaio di Casagrande

Viene misurato il contenuto d’acqua wL in corrispondenza del quale un provino di terreno, posto nel cucchiaio di Casagrande di dimensioni normalizzate, suddiviso in due parti con un apposito utensile solcatore, e fatto rimbalzare da un h = 10 mm determina la chiusura del solco per una l = 13 mm. 

In almeno 4 ripetizioni va registrato il numero dei colpi (Nl) a cui si richiude il solco e misurato il contenuto d’acqua (wl). Il limite LL (WL %) è il valore corrispondente a 25 colpi ottenuto mediante interpolazione tra le misure eseguite (in scala semi logaritmica)

Misura di LL con il penetrometro

Il LL è fissato dal contenuto d’acqua wL in corrispondenza del quale un provino di terreno, posto in un contenitore di dimensioni normalizzate, determina un dato affondamento di una punta conica appoggiata in verticale su di esso per 5 s. Ciò corrisponde ad una resistenza non drenata cu = 2 kPa

L’affondamento i di un cono con peso W è legato alla resistenza non drenata cu dalla:
Anche il metodo di Casagrande è una misura di resistenza, ma: in condizioni dinamiche e non statiche, ha un carattere spiccatamente empirico, si è dimostrato meno ripetibile e affidabile.
Le raccomandazioni europee (ETC5, EC7) suggeriscono l’adozione della punta conica
(quale che sia) per la misura del limite liquido. Le misure sperimentali hanno dimostrato che wL (Casagrande) > wL (Fall cone).

LIMITE DI RITIRO (LR)

wL dopo essiccamento senza perdita di volume del provino.

LIMITE PLASTICO (LP)

Rappresenta il contenuto d’acqua in corrispondenza del quale il terreno inizia a perdere il suo comportamento plastico. Circa 15 g di terra, opportunamente  preparata con acqua distillata, viene lavorata con le mani su di un piano di vetro fino a formare prima una pallina e poi un cilindretto di 3,2 mm di diametro. Nel campione si formeranno fessure in corrispondenza del LP, Queste fessure frammenteranno il cilindretto in altri più corti. Se il cilindretto di terra si rompe prima che il diametro di 3,2 mm sia stato raggiunto, occorre bagnare ulteriormente la terra e ripetere l’operazione, se invece è possibile scendere sotto i 3,2 mm senza che il campione di terreno si rompa in frammenti di 5-10 mm di lunghezza occorre ripetere l’operazione finchè il cilindretto essiccandosi per effetto delle manipolazioni, si divida in cilindretti di queste dimensioni (5-10 mm). A questo punto si misura il contenuto di acqua di alcuni cilindretti. La prova deve essere ripetuta almeno tre volte, le tre determinazioni non devono differire tra loro oltre una unità percentuale. Altrimenti la prova va ripetuta scartando i valori ottenuti in precedenza. Il risultato sarà dato dalla media delle tre determinazioni, deve essere arrotondato all’unità. Tale valore è per definizione pari al Limite Plastico (Wp o LP). In alcuni casi il LL non è determinabile poiché è impossibile modellare la terra in cilindretti del diametro stabilito e la terra viene indicata come Non Plastica (NP).

INDICE PLASTICO (IP)

IP = WL – Wp

INDICE DI CONSISTENZA (IC)

 

 

INDICE DI LIQUIDITA’ (IL)

 

*** IN COSTRUZIONE ***

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here