Palladio (Pd) – Elementi nativi – Gruppo del platino (PGE)

Sistema Cristallino: Isometrico o Cubico
Gruppo cristallino: Monometrico
Classe: esottaedrica

Proprietà sensoriali

Aspetto
In granuli, a volte con una struttura radiale fibrosa. Raramente in piccoli cristalli ottaedrici.

Caratteristiche ottiche
Lucentezza: Metallica
Trasparenza: Opaco
Colore: grigio acciaio biancastro

Caratteristiche meccaniche 

Durezza:      duro (4,5-5)
Tenacità:     malleabile
Sfaldatura:  assente
Frattura:     Rugosa, Scagliosa

Caratteristiche elettriche e magnetiche
Conducibilità elettrica: Buona (9,5 × 106 /(m·Ω)

Caratteristiche termiche
Conducibilità termica: Buona (71,8 W/m·K)

Caratteristiche chimico-fisiche 
Solubilità: attaccabile con acqua regia
T di fusione: 1554,90 °C
Peso: 11,9 kg/dm³ (pesante)

Ambiente di formazione
Si forma per dell’ossidazione dei solfuri di Pd o come fase primaria nei giacimenti di Pt.

Località
Monti Urali (Russia)
(Australia)
(Etiopia)
(Nordamerica)
(Sudamerica)
(Australia)
miniere del (Sud-Africa)
miniere di Cu-Ni (Ontario, USA)

Utilizzo
Viene utilizzato come catalizzatore nell’industria del petrolio, nei set delle marmitte catalitiche e nell’industria chimica.. Come componente di leghe nobili viene utilizzato in gioielleria (oro bianco, legato all’oro), in medicina odontoiatrica,  in gioelleria, orologeria e nell’industria dell’abbigliamento. Nell’industria vetraria come componente per conferire un alto livello di resistenza, mentre per le caratteristiche di resistenza nel tempo viene utilizzato nell’industria elettronica.  I sali di palladio sono utilizzati nella fotografia.