Arsenico – Elementi nativi – Gruppo dell’arsenico (Semimetalli)

Sistema Cristallino: Trigonale
Gruppo cristallino: Dimetrico
Classe: esagonale-scaleonedrica

Proprietà sensoriali

Aspetto
In cristalli raramente pseudocubici, comunemente si trova in masse microcristalline, aghiformi, raggiati, sferoidali, mammellonari a strati concentrici, con superfici liscie.
Il colore è grigio piombo sulle fratture fresche ma annerisce quando è esposto all’aria poiché si ossida formando una miscela di arsenico ed arsenolite.

Caratteristiche ottiche

Lucentezza: metallica
Trasparenza: opaco
Colore: grigio piombo, grigio, bianco
Colore della polvere: nero

Caratteristiche meccaniche 

Durezza:      Semiduro (3,5)
Tenacità:     fragile
Sfaldatura:  nessuna
Frattura: scabra, irregolare

Caratteristiche elettriche
Conducibilità elettrica: bassa (3,456 × 106 S/m)

Caratteristiche termiche
Conducibilità termica: bassa (50 W/(m·K))

Caratteristiche chimico-fisiche 
Solubilità: scaldato in atmosfera ossidante, si ossida rapidamente
T di fusione: 817,2 °C
Peso: 5,527 g/cm³ (Pesante)

Ambiente di formazione e giacitura
Nei filoni di minerali di argento, cobalto e solfuri di arsenico.

Associazioni
Argento nativo, polibasite, safflorite, discrasite

Località
L’arsenopirite (Mispickel – FeSAs) è il più comune minerale da cui si ricavava arsenico per arrostiomeno. Attualmente tutte le miniere sono chiuse a causa dell’accertata elevata tossicità dell’arsenico

Utilizzo 
Attualmente non viene utilizzato per l’elevata tossicità.

Tossicità: Altissima